BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendi 2009 nella pubblica amministrazione crescono di più rispetto agli altri

Sono aumentati fra il 2000 e il 2007 gli stipendi dei dipendenti pubblici italiani. I dati.



Nel periodo compreso fra il 2000 e il 2007 le retribuzioni per unità di lavoro dipendente in tutta la pubblica amministrazione sono aumentate del 47,3%: a comunicarlo è uno studio condotto da Confartigianato.

Nello stesso periodo di tempo considerato, è aumentato anche del 3% il numero dei lavoratori stipendiati nel settore pubblico mentre la spesa per le retribuzioni è salita del 32,5%. Tradotto in numeri, si tratta di 164,6 miliardi di euro. È il 10,7% del Prodotto interno lordo. Inoltre l’incidenza sul Pil è cresciuta di mezzo punto rispetto al 2000, seguendo dinamiche diverse rispetto a quelle di  altri Paesi europei.

In Germania, per esempio, nello stesso periodo compreso tra 200 e 2007, il peso delle retribuzioni pubbliche sul Pil è calato dell’1,2%, mentre in Francia, dove il ruolo della pubblica  amministrazione è piuttosto rilevante, la flessione è stata dello 0,6%. Sicuramente ciò non significa che i dipendenti pubblici italiani siano diventate delle sorte di paperoni, ma in alcune aree le loro buste paga hanno registrato evidenti cambiamenti.

In Calabria, per esempio, i dipendenti pubblici sono il 30,4% di tutti i lavoratori dipendenti della regione. Nella provincia di Catanzaro si arriva al 43,6%, ben oltre il 26,9% di Roma, la città dei ministeri e della politica, superata perfino da Crotone (30,9%), oltre che da Palermo (32,2%), Enna (29,7%), Campobasso (29,4%) e Reggio Calabria (28,7%).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il