BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Imprese tecnologiche pronte a nuove acquisizioni grazie alla forte liquidità in cassa

Sono i grandi gruppi che operano nel settore tecnologico coloro che hanno maggiori disponibilità per investimenti. bisogna però aspettare il momento giusto.



La crisi economica attuale ha cambiato la scena finanziaria rispetto agli ultimi anni modificando l’andamento dei mercati. E in questo periodo di difficoltà, due sono le possibilità previste: i rischi o le opportunità, perché in questi momenti c’è sempre chi ne risente e chi, invece, ne approfitta.

Si tratta di due realtà che viaggiano in parallelo e che, a volte, significa che per chi ha soldi in cassa c’è la possibilità di crescere. Chi vive oggi un momento che potremmo definire sereno, più che florido, sono le imprese tecnologiche, i grandi gruppi che conservano forti risorse liquide e che, dunque, potranno approfittarne per operazioni d'acquisto che determineranno gli equilibri del mercato del prossimo decennio.

I grandi gruppi della Silicon Valley, per esempio, hanno in cassa un gruzzolo importante accumulato negli anni passati. Per citarne alcuni, basti pensare a Hewlett Packard, 11.3 miliardi di dollari. Cisco, 33.6 miliardi di dollari. IBM, 12.3 miliardi di dollari. Microsoft, 23.9 miliardi di dollari. Symantec, 2 miliardi di dollari. Google, 10.5 miliardi di dollari.

Gli esperti di macroeconomia indicano per il 2010 le prime speranze di ripresa, per cui bisogna attendere ancora un bel pò per riuscire a vedere i primi risultati. E sarà proprio in questo lasso di tempo che si giocherà d'azzardo, con qualcuno pronto a mettere a segno colpi anticipati ed altri in attesa del momento giusto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il