BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Aziende che vanno bene e crescono nonostante la crisi negli alimentari, medicina e abbigliamento

Alimentari, apparecchi medicali, mezzi di trasporto e prodotti dell'abbigliamento: sono queste le pmi che vanno bene nonostante la crisi



Tra gennaio e febbraio 2009 quasi il 29% delle imprese esportatrici ha registrato incrementi delle vendite all'estero rispetto al primo bimestre 2008, a fronte di un crollo generale dell'export di quasi il 30%;  un terzo di queste imprese ha battuto la crisi e ha meno di 10 addetti mentre un altro terzo tra i 10 e i 49.

Questo è quanto risulta dal Rapporto Annuale dell'Istat. Emerge, dunque, che un quarto delle aziende esportatrici ha registrato incrementi nelle vendite all'estero anche nel primo bimestre 2009, a dispetto delle aziende che, a causa della crisi economica attuale, hanno dovuto chiudere battenti in attesa di tempi migliori.

Secondo quanto diffuso dal Rapporto, le imprese che tra il 2008 e il 2009 hanno modificato rapidamente l'orientamento geografico e le merceologie delle loro esportazioni sono riuscite addirittura ad aumentare le vendite all'estero, vincendo così la crisi. A crescere sono state soprattutto le esportazioni di prodotti alimentari, apparecchi medicali, altri mezzi di trasporto e i prodotti dell'abbigliamento, per il cui settore il made in Italy resta, comunque, un punto di eccellenza.

Un secondo gruppo di piccole imprese che hanno fatto bene sono quelle attive soprattutto nella manifattura, nei settori tradizionali del Made in Italy, dal cuoio al tessile, mentre il terzo gruppo, quello definito medio sotto il profilo della produttività e dell'indebitamento, e, infine, c'è il quarto gruppo, quello delle imprese medio-grandi ad elevata produttività, con circa 254 addetti. Tra i mercati più recettivi, invece, in questo momento spicca la Cina, che inizia a mostrare netti segni di ripresa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il