BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tassi di interesse Euribor tornano a salire dopo 8 mesi di discesa. Motivi e previsioni

L'Euribor a tre mesi torna a salire. La situazione.



L'Euribor a tre mesi, il tasso interbancario che serve da riferimento per i mutui sulla casa, torna a salire, raggiungendo l'1,266% dall'1,264 per cento, dopo quasi otto mesi di discesa ininterrotta che ha portato i tassi interbancari ai minimi storici. L'Euribor a una settimana si è mosso di un solo punto base allo 0,94% dallo 0,93% precedente, mentre quello a un mese ha segnato un rialzo di due punti base allo 0,94% (dallo 0,92%).

Salgono anche le obbligazioni governative. Tutti i rendimenti governativi hanno subito un netto rialzo (30 cent. rispetto a metà maggio), legato in parte ai dati incoraggianti degli indici di fiducia ed alle preoccupanti dimensioni di deficit e debito di molti paesi. Il Bund (titolo di Stato tedesco) a 10 anni si aggira intorno al 3,60%: sulla Germania pesa anche il peggioramento dell'outlook fiscale, che richiederà almeno ulteriori 20 miliardi di euro di emissioni.

I livelli attualmente raggiunti dall'Euribor dovrebbero a questo punto tenere per qualche settimana e probabilmente per buona parte del mese di giugno: la scadenza a 1 mese attorno allo 0,95%, quella a 3 mesi attorno all'1,25%. A determinare questo cambiamento concorrono essenzialmente due fattori.

Il primo è da rintracciare nel timore di un aumento dell'inflazione nei prossimi mesi, causato dalla forte immissione di liquidità nel sistema finanziario; il secondo riguarda le previsioni del mercato, secondo cui sui tassi a medio-lungo termine peserà il debito pubblico che i governi hanno accumulato per fronteggiare la crisi. E’ presto, però, per parlare di rapida risalita dei tassi, perché ci troviamo ancora in una fase in cui prevale l'incertezza su ciò che si verificherà nei prossimi mesi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il