BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Processo civile e riforma 2009: tutte le novità apportate

Via libera del Senato alle novità in materia di processo civile. Le modifiche.



Via libera definitivo ai 72 articoli del collegato alla Finanziaria sul pacchetto di norme che riscrive parti cruciali del processo civile. Il ministro della Giustizia, Angelino Alfano, dichiara “enorme soddisfazione per una riforma al solo servizio dei cittadini e che punta ad accelerare i processi”.

Il nuovo disegno di legge, contestato da parte dell'avvocatura, sfoltisce il numero dei ricorsi in Cassazione. Una disposizione sulla quale certo fioccheranno le richieste di pronuncia da parte della Consulta per sospetta incostituzionalità ma che, nella versione modificata dalla Camera, prevede ora due elementi di inammissibilità. Il primo si verifica quando il provvedimento impugnato è aderente sulle questioni di diritto all'orientamento della Cassazione e non ci sono ragioni per cambiarlo o confermarlo di nuovo; il secondo, quando è manifestamente infondata la presunta violazione dei principi del giusto processo.

Tra le altre novità introdotte dalle nuove disposizioni, si parla di maggiore spazio ai giudici di pace, sanzioni alle parti che puntano solo a perdere tempo, testimonianze anche in forma scritta ma servirà l'assenso delle parti, limiti precisi per i ricorsi in Cassazione e deleghe per riordinare i riti e rilanciare la conciliazione.

Il capitolo deleghe si poggia sul progetto di riduzione delle forme processuali che, eccetto la cancellazione immediata del processo societario, punta a lasciare in vita il rito ordinario, quello sommario e pochi altri speciali (famiglia, lavoro, fallimenti, proprietà industriale).

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il