BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti per Pmi turismo a tassi agevolati grazie accordo banche e governo

1.600 milioni di euro a disposizione del turismo a tassi agevolati: nuovo accordo tra banche e governo.



Banche italiane e  Governo insieme a sostegno del settore turismo. Per le imprese operanti nel settore del turismo sarà più facile accedere al credito e quindi far fronte alle difficoltà congiunturali, finanziarie ed economiche, grazie ad un plafond di 1,6 miliardi di euro che gli istituti di credito metteranno a disposizione delle PMI turistiche facendo pagare dei tassi agevolati.

I prestiti agevolati avranno come finalità quella di permettere la ristrutturazione, la promozione, l’innovazione e la riqualificazione sia delle strutture ricettive, sia delle imprese all’aria aperta come i villaggi ed i camping. L’iniziativa rientra nell’ambito del ‘Pacchetto Italia Turismo’, un’iniziativa congiunta tra il Governo e Michela Vittoria Brambilla, Ministro del turismo, le banche e le associazioni delle imprese del comparto, tra cui la Confturismo e la Assoturismo, aderente alla Confesercenti.

Il Pacchetto Italia turismo è stato realizzato con la collaborazione degli istituti di credito Unicredit, Intesa Sanpaolo, Banco Popolare, Banca Popolare di Milano e Banca Popolare di Sondrio. Il sistema bancario metterà fino a 1.600 milioni di euro a disposizione del turismo a tassi agevolati.

Il governo punta a "raddoppiare la quota di Pil prodotta dal turismo che al momento è ferma al 10-11%. “Obiettivo della nuova iniziativa è quello di attrarre i nuovi benestanti dei Paesi emergenti: Cina, India, Russia e quello di destagionalizzare la stagione turistica”, ha spiegato il premier, Silvio Berlusconi.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il