GoogleNet, il progetto di Google Provider Mondiale parte dalla fibra ottica

Le indiscrezioni sulla costruzione, da parte di Google, di una rete di connettività da offrire gratuitamente, anche in mobilità, sul territorio americano si arricchiscono di nuovi elementi.



Le indiscrezioni sulla costruzione, da parte di Google, di una rete di connettività da offrire gratuitamente, anche in mobilità, sul territorio americano si arricchiscono di nuovi elementi.

Om Malik, primo a speculare in questo senso, segnala la notizia secondo la quale Google avrebbe preso contatti per ricevere offerte di connettività negli USA su fibra ottica ad alta capacità.

Gli analisti interpellati da IP Media Monitor (reg. gratuita) sostengono che Google, con 100 milioni di dollari (escludendo gli investimenti in fibra nuda già effettuati) potrebbe acquisire una rete di fibra ottica tale da coprire interamente gli Stati Uniti in circa tre mesi.

Il problema successivo di GoogleNet, per raggiungere e offrire servizi avanzati agli utenti, sarebbe quello del cosiddetto ultimo miglio, ovvero l’ultimo tratto che collega la rete alla casa dell’utente. Per questa soluzione le strade sarebbero più di una.

Le due principali sarebbero la messa in opera di stazioni Wi-Max (Wi-Fi su larga scala) in grado di coprire capillarmente il territorio oppure accordarsi con le Telecom americane per prendere in affitto il loro doppino telefonico.

La prima soluzione sarebbe piuttosto costosa, nell’ordine del miliardo di dollari e con tempi lunghi di avvio. La seconda viene accreditata come più probabile anche dal contatto, smentito, tra Google e Verizon proprio per un accordo sull’ultimo miglio.

Link: Om Malik segnala le notizie sull’evoluzione di GoogleNet.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
Fonte: pubblicato il