BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Prezzi benzina aggiornati delle diverse marche. Quale distributore conviene?

Passato il caro benzina si passa ad analizzare le differenze tra i diversi distributori.



I prezzi della benzina sembrano una sorta di altalena che salgono e scendono a periodo alterni. Così, dopo il caro carburanti che qualche mese fa ha toccato i suoi massimi, causa la crisi globale, la benzina è tornata a scendere, per la gioia di tutti gli automobilisti, ma ci sono delle differenze a seconda del gestore che si sceglie per fare rifornimento.

Secondo una ricerca condotta dal Sole 24 ore, i prezzi di benzina più alti sarebbero quelli di Shell (1,329) seguita da Api e IP (1,319). Mentre i più convenienti sarebbero Tamoil, Total e Agip (1,304). I prezzi di riferimento QE di benzina e diesel sono rilevati ed elaborati giornalmente da Quotidiano Energia e rappresentano un indice medio nazionale del posizionamento commerciale delle compagnie.

Questi prezzi non tengono conto delle differenze praticate dai singoli impianti né delle diverse fiscalità geografiche. Il presidente dell'Unione petrolifera, Pasquale De Vita, in audizione al Senato alla Commissione controllo dei prezzi, ha detto che prezzo il prezzo della benzina in Italia è superiore di 3-4 cent rispetto a altri Paesi europei.

“A questo prezzo, ha spiegato il presidente, contribuisce molto l'abitudine del consumatore italiano a farsi servire (60%) mentre in Europa solo il 10% si fa servire e il 90% si serve da solo. In Italia abbiamo un numero più alto di impianti con una vendita più bassa e costi più alti”.

Per la lista prezzi

http://www.ilsole24ore.com/includes2007/speciali/carburanti/prezzi-carburanti.shtml

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il