BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Previsioni economia per 2010 e 2011 stagnazione, non ci sarà vera ripresa. Rischio alta inflazione

La crisi economica passerà del tutto nel prossimo 2010? Le previsioni non sono rosee.



Si era parlato di una lenta ripresa che, iniziata verso la fine del 2009, si sarebbe fatta davvero sentire il prossimo 2010. Ma pare che così non sia. Le previsioni sul futuro non sono rosee. Nouriel Roubini, l'economista Usa che aveva previsto per tempo il crollo del mercato immobiliare americano continua ad invitare alla prudenza, sostenendo che dalla recessione si uscirà a rilento.

Il peso del debito che grava sulle famiglie è così forte che nel prossimo biennio, cioè nel 2010 e nel 2011, non potrà esservi una vera ripresa, ma un processo di crescita debole. Ciò significa che si verificherà una sostanziale stagnazione, che potrebbe essere aggravata da un’impennata inflazionistica. Secondo Rubini, “Lo slancio di una vera ripresa non può venire dal sistema bancario e finanziario, che come dice il Fondo monetario ha ancora qualche migliaia di miliardi, circa 3 secondo il Fondo di perdite da colmare, e non può venire dal settore corporate, dalle imprese, a loro volta eccessivamente indebitate”.

E continua: “E' possibile che, come sostengono gli ottimisti a oltranza, s'intraveda già la luce in fondo al tunnel della recessione. Bisogna capire se è la luce del sole o quella del treno che viaggia sparato in senso contrario”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il