BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cipolletta: immorale lotta evasione sporadica

Innocenzo Cipolletta è scettico sulla finanziaria («Siniscalco sta cercando di fare il meglio possibile, me non è quello che serve a noi») e bolla come «immorale» sia il ricorso alla lotta all' evasione solo in modo sporadico per reperire risorse



Innocenzo Cipolletta è scettico sulla finanziaria («Siniscalco sta cercando di fare il meglio possibile, me non è quello che serve a noi») e bolla come «immorale» sia il ricorso alla lotta all' evasione solo in modo sporadico per reperire risorse, sia la pratica dei condoni continui.

Il presidente del Sole 24 Ore, parlando («a titolo personale», ha voluto specificare) al meeting nazionale di Confesercenti, ha osservato che «se non si riducono il disavanzo e la spesa pubblica», la manovra economica rischia di essere soltanto «un' operazione illusoria».

«à? immorale - ha rilevato Cipolletta - finanziare la spesa con quella lotta all' evasione che non dovrebbe essere un provvedimento discrezionale ma un' azione costante.

A me che pago le tasse - ha aggiunto - non piace vivere in un paese dove questa lotta non si pratica in modo continuo. E pensare - ha fatto osservare - che i finanzieri sono 70 mila, come non ce ne sono in altri paesi: perchè la lotta all' evasione non la si fa con i loro normali controlli?

Purtroppo mi risulta che almeno il 50 per cento di essi non sia utilizzato su questo versante».

Ugualmente «immorale» Cipolletta considera la pratica dei condoni continui, anche se si dice «favorevole ad un sistema di ravvedimento, come accade in altri paesi europei». Per Cipolletta, «un paese di furbi non va avanti. Magari alcuni italiani si salvano, ma l' Italia no».


Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il