BusinessOnline - Il portale per i decision maker








British Airways e crisi economica: ai dipendenti è richiesto di lavorare 1 mese gratis

E' crisi alla British Airways. L'ad Walsh chiede allo staff di lavorare gratis. 'Stiamo lottando per la sopravvivenza'



Dopo la crisi Alitalia che per mesi ha tenuto col fiato sospeso arrivando alla conclusione della creazione della nuova Cai, anche Brithis Airways è caduta nel mirino della crisi finanziaria globale che sta travolgendo ogni settore economico.

La compagnia britannica ha scritto una lettera ai suoi 40mila dipendenti in cui chiede loro di lavorare gratis per un mese e Willie Walsh, l'amministratore delegato spiega quest’azione con la perentoria sentenza “Stiamo lottando per la sopravvivenza” e lo stesso Walsh ha deciso di dare il buon esempio rinunciando allo stipendio di luglio, ben 61mila sterline e annunciando, tuttavia, che i sacrifici chiesti ai dipendenti anticipano solo una nuova fase di tagli al personale, almeno 4mila effettivi, e ciò significa un posto ogni dieci.

Così lo staff della BA che ha deciso di indire un'ondata di scioperi. La situazione sembra piuttosto allarmante: la British Airways ha fatto registrare una perdita annuale di 400 milioni di sterline, i passeggeri sono in calo e le prenotazioni in business class, la fetta ricca delle entrate, sono precipitate.

Secondo la Bbc, l'ad ha difeso la proposta spiegando che ogni dipendente deve dare il proprio contributo alla ‘lotta per la sopravvivenza’ della compagnia, che nell'esercizio al 31 marzo, ha accusato una perdita netta di 375 milioni di sterline (425 milioni di euro) contro un utile di 721 milioni nel precedente.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il