Lavoro, Istat: cresce il numero degli occupati italiani

Nel secondo trimestre 2005 gli occupati sono aumentati di 213.000 unita' rispetto allo stesso periodo del 2004 con una crescita dell'1%.



Nel secondo trimestre 2005 gli occupati sono aumentati di 213.000 unita' rispetto allo stesso periodo del 2004 con una crescita dell'1%. Lo rileva l'Istat precisando che gli occupati totali hanno raggiunto quota 22.651.0000 persone. Rispetto al primo trimestre 2005 gli occupati sono aumentati di 90.000 unita'.

L'occupazione e' cresciuta nel secondo trimestre dell'1% su base tendenziale (+213.000 occupati) e dello 0,4% rispetto al trimestre precedente (+90.000 unita').

L'Istat segnala che le forze di lavoro (l'insieme degli occupati e delle persone in cerca di occupazione) sono cresciute dello 0,5% rispetto a un anno prima toccando quota 24.488.000 persone e dello 0,3% rispetto al primo trimestre 2005 (24.550.000 persone il dato destagionalizzato).

Le persone in cerca di occupazione sono diminuite di 86.000 unita' (-4,5%) rispetto al secondo trimestre 2004 toccando quota 1.837.000 persone mentre rispetto al primo trimestre dell'anno sono diminuite di 13.000 unita' (-0,7%).

Il tasso di disoccupazione e' sceso al 7,5% su base tendenziale (-0,4 punti rispetto al 7,9% di un anno prima) mentre se si considera il dato destagionalizzato il tasso di disoccupazione registrato e' del 7,7%.
L'incremento dell'occupazione - segnala l'Istat - ''incorpora il forte aumento della popolazione residente (+1,1%) determinato soprattutto dall'incremento dei cittadini stranieri iscritti all'anagrafe. Al netto di questi effetti demografici, il tasso di occupazione della popolazione tra i 15 e i 64 anni e' aumentato di due decimi di punto rispetto a un anno prima portandosi al 57,7%''. (AGE) ANDREA NUNZIATA

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il
Puoi Approfondire