BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Studenti bocciati alle scuole superiori nel 2009 saranno numerosi. I motivi

alto il numero dei bocciati quest'anno. Il ministro Gelimini: 'Ritorno a scuola dell'impegno2



Cambiano le modalità d’esame di terza media, cambiano i metodi di valutazione e cambiano i numeri di ‘bravi e meno bravi’ a scuola, aumentando il numero dei bocciati. Gli scrutini sono ancora in corso in moltissimi istituti italiani ma i primi risultati raccontano di un forte incremento di studenti che non ce l'hanno fatta a superare l'anno scolastico, segno che i risultati auspicati dal ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, si stanno raggiungendo.

Non si tratta certo della solita cattiveria e insensibilità additata ai professori, ma, secondo quanto ha voluto fa capire il ministro, si tratta di un rinnovamento nella scuola che deve portare a qualità migliori nelle scuole, deve premiare chi effettivamente si impegna e studia, facendo capire a chi non lo fa che nulla è dovuto e deve essere dato per scontato.

Se verranno confermati i primi 'exit poll' ministeriali, i numeri parlano di oltre 372 mila bocciati, pari al 15,4 per cento, nelle classi che vanno dalla prima alla quarta e un numero di non ammessi agli esami che raggiunge i 28 mila alunni, circa il 6%. Il ministro Gelmini ha commentato: “Non è mai bello che un ragazzo perda l'anno però io credo che questo aumento delle bocciature stia a significare il ritorno ad una scuola dell'impegno, ad una scuola del rigore, ad una scuola che prepara i ragazzi alla vita".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il