BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Crisi economica 2009-2010 previsioni peggiorano: Pil a -5,5% in Italia. Forte disoccupazione.

Forte recessione e crescita della disoccupazione in Italia. I dati Ocse



Flessione del Pil dei Paesi dell'Organizzazione del 4,1% contro il -4,3% annunciato a fine marzo, e un ritorno al segno positivo nel 2010 con +0,7% (da -0,1%); per il pil globale la stima è di -2,2% quest'anno (-2,7% a marzo), ma in Italia, nel 2009, il pil registrerà una contrazione del -5,5%. Sono questi gli ultimi dati Ocse, secondo cui l’Italia sta attraversando un periodo di recessione molto forte che continuerà fino alla fine del 2009 e solo nel 2010 ci sarà una lenta ripresa.

Durante quest’anno, infatti, il pil scenderà ancora, per poi tornare a salire dello 0,4% nel 2010. Nel 2009 crescerà, e parecchio, anche il nostro deficit che potrebbe aumentare ulteriormente nel 2010, nonostante il programmato consolidamento fiscale. Le stime parlano, per quest’anno, di un disavanzo sarà al 5,3% del Pil e per il prossimo al 5,8%.

L'Italia  si attesta anche tra i Paesi Ocse più colpiti dal calo dell'export (-20,9% nel 2009) assieme a Giappone e Germania, scrivono gli economisti dell'Ocse. Ma anche la domanda interna continuerà a diminuire nel 2009 (-4,2%) per riprendersi solo leggermente nel 2010 (+0,3%).

Un forte peggioramento si registrerà anche per il mercato del lavoro, con la disoccupazione dell'area Ocse all'8,5% quest'anno e al 9,8% il prossimo, mentre l'inflazione scenderà allo 0,6% (dal 3,2% del 2008) nel 2009 e sarà allo 0,8% nel 2010.
 

Disoccupati 2016: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il