BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Buoni lavoro per assumere badanti, baby-sitter o giardinieri. Ecco come funzionano

Al via i nuovi buoni lavoro. In cosa consistono e quali vantaggi offrono



E’ iniziata in questi giorni la campagna informativa del ministero delle politiche sociali e dall’Inps sui buoni lavoro per babysitter, giardinieri, badanti, insegnanti di ripetizioni. Si tratta di un nuovo strumento di pagamento che offre benefici sia ai lavoratori che ai datori di lavoro eventuali.

I buoni, acquistabili singolarmente o in buoni ‘multipli’ da cinque (non divisibili), hanno un valore di 10 euro ciascun, che comprende sia la retribuzione sia la contribuzione previdenziale e assicurativa. Il valore nominale di ciascun buono (10 euro) comprende la contribuzione in favore della Gestione separata dell’Inps (13%), l’assicurazione all’Inail (7%) e un compenso all’Inps per la gestione del servizio (5%), per cui il valore netto per il prestatore è di 7,50 euro.

Il buono multiplo ha, invece, un valore netto complessivo di 37,50 euro. I buoni sono sia cartacei, disponibili presso tutte le direzioni provinciali Inps e ritirabili esibendo la ricevuta di pagamento del relativo importo su conto corrente postale 89778229 intestato a “INPS DG LAVORO OCCASIONALE ACC”, che telematici, per cui è, invece, necessaria la registrazione presso l’Inps.

I vantaggi offerti da questi bonus lavoro sono, innanzitutto, che il committente può beneficiare di prestazioni nella completa legalità, con copertura assicurativa Inail per eventuali incidenti sul lavoro, che il lavoratore occasionale può integrare le sue entrate grazie ad un compenso completamente esente da ogni imposizione fiscale, e, grande novità, questi buoni lavoro sono totalmente cumulabile con i trattamenti pensionistici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il