BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Prestiti alle piccole-medie imprese a luglio 2009 da Unione Europea e banca Intesa SanPaolo

La Commissione Europea ha proposto di istituire un nuovo strumento per fornire microcrediti alle piccole imprese e alle persone che intendono avviare un'attività in proprio.



Quest’anno la crisi economica comporterà la perdita di 3,5 milioni di posti di lavoro nella UE. E la crisi ha prosciugato il credito per coloro che desiderano avviare o sviluppare la propria impresa. Sono le parole di Vladimír Špidla, commissario europeo responsabile per l’occupazione e gli affari sociali.

In questo contesto, la Commissione europea ha proposto di istituire un nuovo strumento di microfinanza per fornire microcrediti alle piccole imprese e alle persone che hanno perso il lavoro e intendono avviare un’attività in proprio. Lo strumento avrà una dotazione iniziale di 100 milioni di euro, che potrebbero lievitare a più di 500 milioni di euro nell'ambito di un'iniziativa congiunta con istituzioni finanziarie internazionali, in particolare con il gruppo Banca europea per gli investimenti (BEI). Ciò potrebbe tradursi in circa 45.000 prestiti in un periodo massimo di 8 anni.

A facilitare l’accesso ai finanziamenti anche la possibilità di applicare tassi d'interesse agevolati grazie all'intervento del Fondo sociale europeo. Ricordiamo che nella UE per microcredito si intendono prestiti di valore inferiore a 25.000 euro. Si vogliono aiutare in particolare le microimprese che danno lavoro a meno di 10 persone e che rappresentano il 91% di tutte le aziende europee, e le persone disoccupate o inattive che intendono diventare lavoratori autonomi.

Nel frattempo, Intesa SanPaolo e Confindustria hanno siglato un accordo che promuove una serie di misure volte a mantenere l’afflusso di credito al sistema produttivo, attraverso interventi sulla liquidità e sulla patrimonializzazione delle imprese. Intesa SanPaolo metterà a disposizione un plafond di 5 miliardi di euro.

I migliori Prestiti personali senza busta paga e finanziamenti DICEMBRE 2016. In questo articolo proponiamo i migliori finanziamenti senza bisogno di presentare la busta paga e senza garanzie, ma anche prestiti personali, finanziamenti per attività e liberi professionisti con bassi tassi d'interesse.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il