BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Italia, Cina e accordi economici nel commercio e per le imprese. Non solo Fiat.

Nuovi accordi tra le industrie italiane e l'imprenditoria cinese.



Fiat, Assicurazioni Generali, Ansaldo Breda, Manfrin: sono alcuni dei nomi dell’industria italiana che hanno concluso accordi con gli imprenditori cinesi venuti nel Bel Paese al seguito di Hu Jintao, presidente della Repubblica Popolare cinese.

Trentotto gli accordi stipulati, per un valore complessivo di 2 miliardi di dollari. Nell’ambito dell’incontro bilaterale di Villa Madama tra il premier Berlusconi e il presidente Jintao, Sergio Marchionne, amministratore delegato della Fiat, ha siglato con i vertici della cinese GAC (Guangzhou Automotive Company) un’intesa di 400 milioni di dollari per lo costituzione di una joint venture industriale.

L’accordo prevede l’avvio della produzione di motori e auto Fiat nel nuovo stabilimento che sarà realizzato a Changsha, capitale della provincia dello Hunan, nella seconda metà del 2011. La prima auto Fiat a essere introdotta sul mercato cinese sarà la Linea, una berlina a tre volumi di segmento C. In seguito la produzione sarà estesa ad altri modelli, compresi la Bravo e la Grande Punto. Fiat ha stretto intese per altri 225 milioni. Accordi con Pechino sono stati siglati anche da Ferrari e Maserati per l’esportazione di auto e componenti, e da Fiat Powertrain e Cnh Italia (macchinari agricoli).

Assicurazioni Generali ha siglato un accordo di circa 100 milioni di euro per l’acquisto del 30% di Guoi Amc, società cinese specializzata nella gestione del risparmio. Ansaldo Breda, del gruppo Finmeccanica, ha stretto una partnership del valore di 42 milioni di dollari per commercializzare sul mercato cinese componenti di veicoli metropolitani. Il gruppo Manfrin ha concluso un accordo di 140 milioni di euro in cinque anni per la creazione di accessori in pelle. Analogo accordo per Vpa, azienda del settore della gioielleria di lusso.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il