BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bonus gas: lo sconto del 15%, i destinatari probabili e i termini

Il ministero dello Sviluppo economico ha varato uno sconto sulle bollette del gas per le famiglie meno abbienti.



Il ministero dello Sviluppo economico, d’intesa con l’autorità per l’Energia, ha annunciato il varo di una nuova misura sociale che interessa le famiglie meno abbienti. Si tratta del bonus gas, che stando alle stime divulgate porterà alle famiglie un risparmio del 15% sulle bollette attualmente pagate, ossia circa 150 euro l’anno. Unito al bonus luce, i consumatori potranno risparmiare anche 380 euro ogni anno.

Il provvedimento era stato già annunciato a febbraio e verrà reso operativo a partire da novembre, con validità retroattiva fino al primo gennaio 2009 riferita a tutte le domande presentate entro il 30 aprile 2010. Per godere del bonus bisognerà farne richiesta al proprio comune di residenza.

Presentando il provvedimento, il ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola ha osservato: «Il bonus gas è un impegno mantenuto dal Governo Berlusconi per sostenere il reddito delle famiglie disagiate e numerose», sottolineando che in questo modo si permetterà «a tante famiglie di guardare al futuro con maggiore serenità e di mantenere inalterati i loro consumi».

Non sono ancora chiari però i criteri che definiranno gli aventi diritto al bonus. Le perplessità sono riferite proprio all’ipotesi di una soglia d’accesso al beneficio troppo rigida, come è già accaduto per la social card, e tale da escludere anche fette di popolazione economicamente sofferente. In questo senso bisognerà attendere ulteriori comunicazioni e precisazioni da parte del ministero per valutare l’effettiva portata del provvedimento.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il