BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Nuove centrali nucleari in Italia: Enel ha già trovato i siti. Tempi e progetti

Due nuovi reattori nucleari in Slovacchia e i piani per l'Italia. Il progetto dell'ad Enel Conti



A pochi giorni dal varo del piano del governo per il ritorno alla produzione elettrica attraverso l’atomo, ieri il ministro per lo Sviluppo economico, Claudio Scajola, e l’ad dell’Enel, Fulvio Conti, hanno dato il via alla costruzione di due nuovi reattori a Mochovce, nel centro della Slovacchia.

Se questi primi due reattori sono relativamente piccoli, da 440 megawatt di potenza ciascuno, diverse saranno le condizioni per la costruzione delle unità in Italia. Ogni impianto sarà da 1.600 Mw, con una potenza quindi quasi quattro volte quella delle unità slovacche. Poi ci saranno da scegliere i siti dove dovranno essere costruite.

In merito a questa questione, l’ad Conti ha spiegato: “I nostri tecnici stanno già lavorando per l'individuazione dei siti, alcuni dei quali sono già stati identificati, attraverso studi di fattibilità condotti dal gruppo, in attesa di conoscere i criteri che verranno dettati dai decreti attuativi”. Su quali siano questi siti, l'ad di Enel ha mantenuto il massimo riserbo e ha detto: “Li teniamo chiusi in cassaforte.

L'obiettivo è quello di iniziare la cantierizzazione entro il 2013 mentre i tempi tecnici per la costruzione possono richiedere dai quattro ai cinque anni. In questo calendario ideale se ci trovassimo nel 2013 a mettere la prima pietra, l'ultima potrebbe arrivare nel 2018 e quindi la produzione potrebbe iniziare in quella data”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il