BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Decreto anticrisi 2009:le novità previste nella manovra estiva

Dalle misure contro il gioco illegale, alle nuove pensioni, allo scudo fiscale, ai sostegni per le imprese abruzzesi. Le novità del Dl anti crisi



Il DL anti-crisi varato dal Governo ha ottenuto l’approvazione delle commissioni Bilancio e Finanze della Camera e porterà ora in scena diverse novità, che andranno ad affiancare misure già approvate come lo scudo fiscale, le misure per le imprese, la riforma delle pensioni e le norme per la regolarizzazione di colf e badanti.

Si va dal piano straordinario contro il gioco illegale alle misure a sostegno delle imprese abruzzesi, dalla ‘mini-liberalizzazione’ del trasporto pubblico locale alla porno tax impiegata per reperire fondi in favore della cultura (che prevede che parte delle entrate dell’addizionale relativa al materiale pornografico viene assegnata al ministero dei Beni Culturali per interventi a favore dello spettacolo) alle novità pensioni.

Le nuove misure prevedono la proroga del termine di esecuzione del programma di cessione di complessi aziendali o di ristrutturazione per le imprese con stabilimenti produttivi nella regione Abruzzo. Vengono anche stanziati fondi per nuovi mezzi e personale dei Vigili del fuoco da impiegare nella ricostruzione. Mentre i terremotati di Umbria e Molise non avranno maggiorazioni sui pagamenti dei versamenti sospesi per i terremoti del ‘97 e del 2002. Nuovi stanziamenti di fondi (fino a 400mila euro) anche per le imprese di trasporto interregionale che acquistino mezzi ‘euro 4' o ‘euro 5'.

Previste anche agevolazioni per le aziende di auto-trasporto che acquistino mezzi pesanti di ultima generazione. Slitta poi al primo gennaio 2010 il divieto di commercializzare sacchetti, per l’asporto delle merci non biodegradabili. Per quanto riguarda i fondi al ponte di Messina, per la manovra per il ponte sullo Stretto arriva un contributo in conto impianti di 1,3 miliardi di euro per la società Stretto di Messina e la nomina dell'amministratore delegato, Pietro Ciucci, come commissario straordinario con il compito di rimuovere gli ostacoli frapposti al riavvio delle attività. La nomina di commissario dura 60 giorni a decorrere dalla data di entrata in vigore del decreto. La novità è entrata in manovra con un emendamento di Gioacchino Alfano (Pdl).

Novità anche sull'azione disciplinare nei confronti di magistrati della Corte dei conti. Il procuratore generale della Corte avrà l'obbligo di procedere con l'azione disciplinare nei confronti di un magistrato contabile se la segnalazione arriverà dal presidente della Corte stessa. A stabilirlo è un emendamento alla manovra, a firma del presidente della commissione Affari costituzionali della Camera Donato Bruno, approvato dalle commissioni Bilancio e Finanze.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il