BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Microsoft, Amazon, Ebay: secondo trimestre in chiaroscuro. E le previsioni?

In crisi i tre colossi di Internet. La situazione



Trimestre negativo per Microsoft che porta il gruppo a chiudere, per la prima volta dal 1986 ad oggi, l'anno fiscale in perdita. Chris Liddell, Chief Financial Officier del gruppo, non ha dubbi sulle cause della nuova caduta: “Il nostro business continua ad essere impattato negativamente dalla debolezza del mercato globale dei PC e dei server”.

Ma le perdite sembrano registrarsi inogni compatrto. Basti pensare che per l’anno fiscale terminato il 30 Giugno 2009 Microsoft ha raccolto entrate per 58.44 miliardi di dollari, in declino del 3% rispetto all'anno precedente. Gli introiti operativi, netti e diluiti sono di 20.36 miliardi, 14.57 miliardi e 1.62 dollari, il che rappresenta rispettivamente un declino del 9%, 18% e 13% rispettivamente. Ma il gruppo è fiducioso: si punta ora al successo di Bing e all’atteso accordo con Yahoo che porterebbe a Microsoft rinnovato successo e consenso.

Non va meglio Amazon: nell’ultimo trimestre il gruppo ha registrato vendite in aumento ma introiti netti in rallentamento del 10% rispetto ad un anno prima. I profitti sono pertanto in calo del 10% rispetto ai 158 milioni dell'anno prima e si fermano appena al di sotto delle attese degli analisti. Salgono le vendite giungendo a quota 4.65 miliardi, ma si fermano al di sotto degli attesi 4.69 miliardi.

A sorpresa anche le entrate di eBay sono in costante caduta, ma PayPal potrebbe presto diventare il vero core business del gruppo: il sistema di pagamenti sta per aprire le API e punta a diventare il portafoglio predefinito per le operazioni di pagamento online. I nuovi dati trimestrali vedono i profitti di eBay attestarsi sui 327.3 milioni di dollari, in calo del 29% rispetto ai 460.3 milioni di un anno prima.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il