Raggi Uv ultravioletti delle lampade abbronzanti fanno male. Sono cancerogeni ufficialmente

Allarme Oms: le lampade abbronzati sono cancerogene.



Abbronzatura che passione: arriva l’estate e si corre in spiaggia per una tintarella tanto agognata durante l’anno che rende tutti più belli. E inizia la campagna di promozione  a creme solari, doposole, protezioni e gel rinfrescanti che servono a proteggere la pelle, a prevenire malattie, a preservare da piccoli ‘incidenti’ come scottaure.

Ma il pericolo per la pelle si chiama lampada abbronzante. Sono sempre più le persone che, durante l’inverno, pur di non perdere il loro bel colorito ricorrono all’abbronzatura artificiale delle lampade solari, ma l’Oms avverte: “i raggi ultravioletti delle lampade abbronzanti, finora classificati come ‘probabilmente cancerogeni’, da oggi diventano ufficialmente ‘cancerogeni’.

Questo è quanto ha stabilito l'agenzia per la ricerca sul cancro dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms). Un gruppo di 20 esperti, provenienti da nove paesi, dopo aver esaminato gli studi che hanno portato alla decisione di elevare il grado di rischio di lettini e cabine abbronzanti, ne hanno lanciato l’allarme, stabilendo che l'esposizione ai raggi UV artificiali, prima di 30 anni, aumenta del 75% il rischio di melanoma, la forma più aggressiva di cancro della pelle.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il