BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Telefonini: abbonamenti a quota 2 miliardi a livello mondiale

Nel mondo, infatti, il numero di abbonamenti cellulari ha raggiunto la soglia record di 2 miliardi: in parole povere una persona su tre possiede un telefonino.



Guardandosi intorno non è difficile rendersi conto della diffusione della telefonia mobile: dai bambini ai nonni, dai manager agli studenti, il cellulare fa oramai parte della vita di ognuno di noi. Nel 2004, ad esempio, il 91% dei cittadini italiani possedeva già un apparecchio cellulare. Un fenomeno tutto italiano?

Non si direbbe, almeno stando agli ultimi dati forniti dalla Wireless Intelligence, una struttura nata dalla collaborazione tra l'organizzazione Gsm Association e la società di consulenza Ovum. Nel mondo, infatti, il numero di abbonamenti cellulari ha raggiunto la soglia record di 2 miliardi: in parole povere una persona su tre possiede un telefonino.

Lo storico traguardo è stato raggiunto grazie ad un vero e proprio boom della telefonia mobile nell'area asiatica e nei paesi in via di sviluppo. Gran parte del mercato si è sviluppato in Cina, seguita da India, Europa dell'est, America Latina e Africa.

''Due miliardi di abbonamenti alla corrispondono a quasi un terzo della popolazione mondiale, stimata in 6.5 miliardi di persone'', ha commentato Martin Garner, direttore di Wireless Intelligence. Va però sottolineato che il dato deve essere analizzato tenendo presente un certo numero di clienti che possiede più apparecchi telefonici, gli abbonamenti scaduti e le schede pre-pagate non più attive.

Una correzione al ribasso che non toglie comunque rilevanza allo studio, che offre numeri realmente significativi ed indicativi di una forte tendenza di crescita. Basti pensare che secondo Nokia, il colosso finlandese leader del mercato della telefonia mobile, entro i prossimi cinque anni il numero di abbonamenti potrebbe crescere ulteriormente, fino a raggiungere la soglia dei tre miliardi.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Fonte: Jugo
pubblicato il