BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Fondi comuni: chiudono bene il secondo semestre azionari, obbligazionari, flessibili e di liquidità

Luglio in attivo per l’industria italiana del risparmio gestito. I dati



Bene il secondo semestre dell’anno per i Fondi di Diritto Estero promossi da Gruppi italiani ed esteri che hanno registrato una raccolta che sfiora 1,9 miliardi di euro. Luglio, dunque, in attivo per l’industria italiana del risparmio gestito: lo scorso mese la raccolta è stata positiva per 1,804 miliardi di euro, contro la perdita di 1,426 miliardi accusata a giugno.

A diffondere i dati di una ritrovata fiducia economica è stata Assogestioni, l’Associazione che raccoglie i protagonisti del risparmio gestito italiano, nella tradizionale fotografia su un settore che comunque da inizio anno accusa ancora un rosso da 12,581 miliardi. Gli asset dell'industria tornano, così, a raggiungere quota 412,6 miliardi di euro.

Analizzando i dati in base al domicilio, i fondi di diritto italiano hanno registrato deflussi per 75 milioni di euro (-1,466 miliardi a giugno), mentre i fondi di diritto estero hanno segnato una raccolta positiva per 1,879 miliardi (+159 milioni a giugno).

Tutte in positivo le chiusure per gli azionari, obbligazionari, liquidità e flessibili. Il risultato più significativo è quello registrato dagli obbligazionari che chiudono il mese con una raccolta netta di oltre un miliardo. I Fondi di Liquiditá mettono a segno una raccolta di 655 milioni di euro, mentre gli azionari e i flessibili vedono, rispettivamente, affluire nelle proprie casse 561 milioni e 142 milioni di euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il