BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Enel e Regione Sicilia: firmato protocollo di intesa per lo sviluppo energetico. Cosa prevede

Diversificazione delle fonti energetiche, investimenti in nuove tecnologie: i punti del protocollo



Enel e Regione Sicilia hanno firmato un protocollo di intesa per lo sviluppo del settore energetico nell'isola, al fine di produrre più energia, a minor costo e a basso impatto ambientale. In particolare, il protocollo punta alla diversificazione delle fonti energetiche, con l'incremento di quelle rinnovabili, alla sicurezza degli approvvigionamenti, con progetti infrastrutturali, e agli investimenti in nuove tecnologie, ricerca e innovazione.

La Regione Siciliana e Enel si impegnano a collaborare per sviluppare tutte le nuove possibilità nella produzione di energia da fonti rinnovabili, con il supporto anche di nuove tecnologie. Verranno, dunque, studiati specifici piani di intervento per l'ammodernamento tecnologico degli edifici pubblici con l'introduzione del fotovoltaico e del minieolico e con interventi strutturali per l'ottimizzazione energetica.

Mentre Enel prevede di incrementare per almeno 400 MW nei prossimi quattro anni la produzione di energia da fonti rinnovabili, servendosi di nuovi impianti eolici e solari, con un investimento di circa 1 miliardo di euro, per supportare tali progetti, la Regione Siciliana si impegna a espletare celermente gli iter autorizzativi di competenza.

L’accordo prevede, inoltre, la messa in costruzione del terminale di rigassificazione di GNL (Gas Naturale Liquefatto) di Porto Empedocle, sviluppato da Enel attraverso la società Nuove Energie e per il quale è previsto un investimento di circa 650 milioni euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il