BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Sanatoria badanti a 500 euro: come fare. Modelli, regole, condizioni

L'iter per la regolarizzazione di colf e badanti. Le modalità per effettuare la sanatoria.



Ha preso avvio ieri l’iter per la regolarizzazione di colf e badanti. Dal 21 agosto e fino al 30 settembre, i cittadini italiani che usufruiscono delle prestazioni di lavoratori occupati in attività di assistenza alla persona e nel lavoro domestico possono versare i contributi necessari a regolarizzarne la posizione, come previsto dalla sanatoria correttiva della legge 102.

Per ogni lavoratore si dovranno versare 500 euro di contributo forfettario, a copertura degli oneri a fini previdenziali e assistenziali per il secondo trimestre 2009. Possono essere sanati fino a 5 anni precedenti, versando ulteriori contributi. La cifra dovrà essere versata mediante il modello F24, presso qualsiasi sportello bancario, postale e degli agenti della riscossione oppure attraverso i servizi on line messi a disposizione dal sito dell’Agenzia delle Entrate. Il modello F24 è reperibile anche sui siti www.interno.it, www.lavoro.gov.it e www.inps.it. Potrà essere regolarizzata solo una colf per nucleo familiare e solo se il reddito familiare è di almeno 20 euro (famiglie monoreddito), elevato a 25 mila euro se ci sono più redditi. Due, invece, le badanti per nucleo familiare che potranno essere regolarizzate, sempre che si presenti una certificazione medica che attesti la presenza di una persona non autosufficiente. I codici da indicare per il pagamento sono Rint per l’emersione di lavoratori italiani e comunitari e Rext per quella relativa a lavoratori extracomunitari.

Dopo l’adempimento dei versamenti, si potranno inviare le domande di regolarizzazione dal 1° settembre, dalle 8 di mattina, tramite il sito del Ministero dell’Interno. Saranno accettate tutte quelle che rispondono ai requisiti, senza alcun tetto limite.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il