BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pubblicità in Italia: Internet e TV insieme per rafforzare la comunicazione

Le tendenze degli investimenti in pubblicità su TV e Internet.



Gli ultimi dati sul mercato pubblicitario italiano forniti da Nielsen Media Research e relativi al periodo gennaio-maggio 2009 indicano una flessione del 16,5% degli investimenti rispetto al 2008, per un giro d’affari complessivo di circa 3,8 miliardi di euro.

A subire le conseguenze della flessione, dovuta in larga parte alla difficile situazione dell’economia globale, sono pressoché tutti i media, ad eccezione di Internet, dove si registra un aumento di 7,8 punti percentuali degli investimenti pubblicitari. Male, invece, i media tradizionali per eccellenza, ovvero stampa e TV, che perdono rispettivamente il 25,1% e il 14,8% di entrate nel periodo preso in esame.

La crescita della pubblicità on line segnala una maggiore attenzione degli investitori nei confronti di Internet, anche se le strategie appaiono ancora frammentate e poco calibrate sulle potenzialità del mezzo. L’advertising on line, dicono gli esperti, è un mercato ancora piuttosto giovane e si sconta, quindi, una certa difficoltà da parte delle aziende a capire i meccanismi che possono rendere efficace una campagna pubblicitaria sul web. Da segnalare, inoltre, come gli investitori, soprattutto i big, continuino a riversare la maggior parte del budget sul piccolo schermo.

Ma proprio dalla sinergia fra TV e Internet potrebbe arrivare una chiave di svolta per rafforzare il mercato pubblicitario e la comunicazione. Ne sono convinti i principali esperti ed operatori di settore. Come Paola Marazzini, Agency Head di Google Italia, secondo la quale lo spot televisivo può fungere da volano e da stimolo per approfondire la conoscenza del marchio e del prodotto sul web.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marcello Tansini
pubblicato il