BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Agevolazioni fiscali e detassazione fino al 67,5 con la Tremonti Ter e bonus energetico

Novità in materia di detrazioni fiscali: i bonus e la Tremonti Ter



Novità in materia di detrazioni fiscali: saranno previsti, infatti, sconti d`imposta possono arrivare fino al 68,75% per le società di capitali in caso di conbinazione degli incentivi previsti dalla cosiddetta Tremonti ter e dal bonus energetico del 55%. Il beneficio complessivo ottenibile dalla combinazione delle due agevolazioni può arrivare a raggiungere il 68,75% della spesa sostenuta.

Fanno parte degli investimenti che permetterebbero di sovrapporre i due incentivi, bonus energetico e Tremonti ter, gli acquisti da parte delle imprese di macchinari e apparecchiature nuove, cioè acquistate da produttori e usati sottoposti a processo di effettivo; di attrezzature comprese nella voce Ateco 28 sono quelle classificate come Nca, acronimo che si riferisce alla fabbricazione di macchinari e apparecchiature, comprese le rispettive parti meccaniche, che intervengono meccanicamente o termicamente sui materiali o sui processi di lavorazione; di apparecchi fissi e mobili o portatili progettati per uso industriale, per l’edilizia e l’ingegneria civile, per uso agricolo o domestico e la fabbricazione di alcune apparecchiature speciali, per trasporto di passeggeri o merci entro strutture delimitate e di macchinari per usi speciali, come quelli utilizzate nei parchi di divertimento, nelle piste automatiche da bowling, ecc.

A beneficiare della detassazione saranno i titolari di reddito di impresa, a prescindere dal regime contabile adottato. Si tratta cioè di persone fisiche esercenti attività commerciale ancorché gestita in forma di impresa familiare, comprese le aziende coniugali ; società in nome collettivo e in accomandita semplice; consorzi tra imprese; società di fatto che abbiano per oggetto l’esercizio di attività commerciale; società a responsabilità limitata, per azioni e in accomandita per azioni ; società cooperative e di mutua assicurazione; enti pubblici e privati, diversi dalle società, aventi per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di un’attività commerciale ed enti pubblici e privati, diversi dalle società, non aventi per oggetto esclusivo o principale l’esercizio di un’attività commerciale, limitatamente al reddito derivante dall’attività commerciale esercitata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il