BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Utili ai lavoratori e partecipazione dei dipendenti in azienda: presto una legge?

Partecipazione dei dipendenti agli utili di impresa: la proposta del ministro Tremonti



Il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, propone ‘partecipazione dei dipendenti agli utili di impresa’ e il Ministro del Welfare Maurizio Sacconi appoggia e conferma: “Noi faremo entro l’anno una legge che renda possibile, che codifichi questa partecipazione agli utili dei lavoratori.

Ci sono tutte le condizioni per farla”. Sacconi spiega chel’uscita dalla crisi ha bisogno di un ripensamento complessivo dei rapporti economici e sociali, per cui il governo farà al più presto una legge per rendere la proposta possibile. Ma, aggiunge, “una legge non significa far partecipare i lavoratori alla gestione delle imprese” e ricorda che persino in Germania si sta ripensando il modello cogestivo da tempo adottato dalle grandi imprese e spiega: “La gestione delle aziende deve restare ai manager e agli imprenditori, qui si tratta di far partecipare ai dipendenti alla distribuzione dell’utile”.

Si tratta, comunque, di un passo molto importante perché proprio la gravità della crisi vissuta negli ultimi due anni dimostra che ‘serve una nuova complicità tra capitale e lavoro’. L’obiettivo è, dunque, uscire dalla crisi economica che da mesi attanaglia, facendo partecipare i lavoratori agli utili delle imprese. “La ripartizione degli utili e l’esaltazione della partecipazione del lavoratore nella vita delle aziende, sottolinea inoltre il segretario della Cisl Raffaele Bonanni, sono gli elementi alla base della nuova democrazia economica.

Noi non accettiamo di vivere nelle stesse condizioni economiche e sociali dell’ultimo ventennio: chiediamo con forza e vogliamo contribuire a costruire nuove condizioni del vivere sociale e dell’economia”.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il