BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Bonus e premi dirigenti più bassi e legati ai risultati a lungo termine:si inizia con i banchieri?

Bonus per non più di anno e attenta osservazione sul lavoro dei banchieri. Le novità trasparenza



Bonus per non più di anno, banchieri sotto osservazione. Il crollo di Lehman Brothers, responsabile della immensa crisi finanziaria ed economica che ha attanagliato, e ancora persiste con i suoi effetti negativi, il mondo intero, ha portato a porsi diverse domande sul perché e come mai il tracollo di un tale colosso abbia avuto ripercussioni così profonde.

E, dopo diversi studi e approfondimenti di sistema, parecchie organizzazioni economiche dei diversi Paesi coinvolti hanno cambiato i loro assetti. A partire dalla stessa America, mamma della crisi, dove il presidente Obama ha decisamente ridimensionato stipendi e bonus a banchieri e manager.

Nonostante poi ogni singolo Paese abbia raggiunto alcune decisioni in base alle sue esigenze specifiche, si sono viste una collaborazione internazionale e un’azione coordinata senza precedenti. Ma ora occorre impedire che alcuni portatori di interessi finanziari possano riprendere le loro consuetudini dannose, che i vertici di banche e colossi economici, principali fautori della cris, possano tornare a farsi largo.  Le banche svolgono un ruolo essenziale nell’economia ed è necessario che obbediscano alle regole e non mettano mai più a repentaglio l’intero sistema.

I rischi associati ai compensi dei banchieri dovranno essere sorvegliati con attenzione (dai banchieri si arriverà anche ai manager) ed è proprio per questo che al G20 dei ministri finanziari a Londra sarà chiesta l’istituzione di una severa normativa per ridimensionare le retribuzioni dei banchieri: i bonus potranno essere garantiti per non più di un anno e i pagamenti distribuiti nell’arco di diversi anni; inoltre, dovranno riflettere i buoni risultati degli individui e l’effettivo buon andamento delle banche nel lungo termine.

Le banche dovranno inoltre assicurare la massima trasparenza pubblicando informazioni dettagliate sui compensi offerti ai propri dirigenti. Infine, ciascun governo dovrà vigilare sul rispetto di queste regole da parte delle banche del proprio Paese.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il