BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Cambio operatore cellulare: credito residuo viene trasferito. Ecco come fare

Tre giorni per passare da un operatore all'altro. Come fare



Dallo scorso agosto l’utente che decide di cambiare operatore telefonico, porterà con sé anche il credito residuo. Lo prevede la delibera 353/08 dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni (del luglio 2008) che dava dieci mesi di tempo ai gestori per il raggiungimento di un accordo). Sono esclusi, però, esclusi i bonus e le ricariche omaggio accumulati con il vecchio gestore.

 Per passare da un operatore all’altro saranno necessari 3 giorni. Si inizia effettuando la richiesta di passaggio, poi, una volta inoltrata ed eseguita la procedura di portabilità del numero, entro due giorni il donating trasferisce il credito all’altro gestore. Quest’ultimo, il giorno successivo (o nella prima bolletta utile se si tratta di un abbonamento) provvederà ad accreditare l’importo sulla nuova sim: l’iter dovrebbe concludersi quindi entro 3 giorni dall’avvenuto trasferimento del numero.

Dei sette gestori italiani, quattro prevedono una commissione di 1 euro. Vodafone e Tim, invece, scalano dal credito residuo del cliente 1,5 euro, mentre Tre arriva a 1,6 euro. Ciò che rimane in sospeso, o quanto meno in dubbio, è la effettiva tempistica dichiarata, poiché spesso, fra ritardi ed errori, si finisce col prolungare il tempo dichiarato per il passaggio da un operatore all’altro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il