BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma sanità Usa: Obama stringe i tempi al Congresso. Rivoluzione vicina?

I principali punti della riforma sanitaria illustrati da Obama al Congresso.



Sicurezza e stabilità a chi ha già un'assicurazione medica e la copertura sanitaria a tutti gli americani che ancora non ce l’hanno e ridurre l'aumento dei costi sanitari per le famiglie, le aziende e il governo: questi gli obiettivi primari della nuova riforma sanitaria che ieri, in discorso al Congresso, il presidente Barack Obama ha illustrato.

In termini di costi Obama ha specificato che costo del suo piano, circa 900 miliardi di dollari in dieci anni, è “meno di quello che abbiamo speso finora per le nostre guerre in Afghanistan e in Iraq”. Dei tre obiettivi enunciati, il primo è il più importante.

Obama ha voluto rassicurare i 180 milioni di americani che hanno già l'assicurazione che non la perderanno, che nulla per loro cambierà: “Voglio essere chiaro: nessuno sarà obbligato a cambiare la propria assicurazione medica. Ma tutti, ripeto tutti potranno avere un servizio migliore”.

Il piano vieterà alle assicurazioni la possibilità di negare l'assistenza sanitaria per via delle condizioni precedenti di un cliente, oppure eliminare o alleggerire la copertura per coloro che si ammalano. Inoltre, le società assicurative non potranno neanche porre limiti annuali o generali sulla copertura. La riforma porrà anche un limite alle tariffe che possono essere imposte agli americani per spese extra e imporrà alla assicurazioni di coprire, senza spese supplementari, i controlli medici di routine e le cure preventive, come la mammografia o la colonscopia.

Infine, il Presidente ha anche teso la mano ai repubblicani introducendo, la prima volta per un democratico, un progetto per limitare le cause contro i dottori, seguendo la falsariga di un progetto che aveva annunciato il suo concorrente alle elezioni, il Senatore John McCain.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il