News a pagamento con Google: il piano per rilanciare l'editoria su Internet

Notizie gratis su Google? Tra un pò di tempo forse anche questo servizio diventerà a pagamento.



Notizie gratis su Google? Tra un po’ di tempo forse anche questo servizio diventerà a pagamento. Secondo Rupert Murdoch, perché il sistema dell'informazione online vada bene è necessario passare a un modello di fruizione delle news con maggiori introiti per gli editori e che si affianchi alla pubblicità sui siti.

Il modo con cui realizzare questo sistema è prevedere un modello a micropagamenti o ad abbonamento che valga per una serie di testate. In questa iniziativa sarebbero già coinvolti Ibm, Oracle e Google ed il colosso di Mountain View si sta prodigando per proporre sistemi di pagamenti dedicati agli editori estendendo il servizio Checkout.

Così mentre c’è chi sostiene che il nuovo modello dovrebbe seguire quello dei negozi online di Apple, qualcun altro sostiene, invece, che i pagamenti dovranno essere decisamente contenuti e che per determinare il prezzo sarà necessario tenere in considerazione la quantità di pubblicità a cui è soggetto l'utente che visita il sito. L'idea è, comunque, quella rendere disponibili tutti i mezzi necessari affinché risulti semplice il pagamento di piccole somme di denaro, da pochi penny a diversi dollari, aggregando gli acquisti nel corso del tempo.

Secondo il Nieman Journalism Lab, situato nel campus di Harvard, il più celebre motore di ricerca avrebbe già sottoposto il suo progetto all'Associazione dei giornali americani.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il