BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Offerte di lavoro aziende italiane bloccate nei prossimi mesi: più stage e raccomandazioni

Meno offerte di lavoro e più stage. La situazione lavoro in Italia



Offerte di lavoro bloccate nelle aziende italiane per i prossimi mesi. Circa nove su dieci saranno quelle che nei prossimi 3 mesi non assumeranno nessuno. Chi, dunque, è in cerca di lavoro dovrà aspettare ancora un po’. Decisamente diverso il quadro di questo ultimo trimestre 2009 rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, quando le imprese pronte a nuove assunzioni erano circa il triplo di oggi. E la situazione sembra difficoltosa in tutta Italia.

Considerando le aree geografiche, infatti, da Nord a Sud, gli indicatori lavoro sono tutti negativi. Se le uniche a salvarsi, nello scorso trimestre, erano le imprese del nord ovest, oggi anche loro sembrano in caduta libera e fanno buona compagnia alle imprese del centro, del nord est (-3%) e del sud (-9%), dove la situazione è ancora più grave.

Nel frattempo, coloro che cercano lavoro sono oltre 15,9 milioni, con una crescita di 167.000 unità in condizioni precarie ed è in questo contesto che in Italia cresce il fenomeno della raccomandazione. Ciò significa lavoro per qualcuno anche senza grandi e specifiche competenze.

Secondo un'indagine di Unioncamere e Ministero del Lavoro, infatti, nel 2009 le assunzioni saranno condizionate da conoscenza diretta o rapporti di fiducia. Per i giovani professionisti in possesso di titoli speciialistici, la soluzione è, allora, quella di arrivare alle aziende tramite stage e periodi contrattuali di lavoro precario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il