Tasso interesse mutui più alto e sempre più difficoltà per ottenere prestito per la casa nel 2009

Tassi alti e prestiti a condizioni difficili: difficile acquistare case oggi.



Continua ad essere difficile acquistare casa: il tasso per il calcolo delle rate dei mutui variabili scivola sempre più verso il basso e chi ha già un mutuo a tasso variabile va decisamente meglio  rispetto a chi ha il fisso. Secondo un’inchiesta condotta da MutuiOnLine, se nel 2007 erano 11 le banche che proponevano un mutuo per l'intero valore dell'immobile, ora sono diventate tre.

Una difficoltà decisamente pesante quando a richiedere un finanziamento o un mutuo è chi non ha un impiego stabile o chi un lavoro l'ha perso e ha deciso di mettersi in proprio. Per fare un esempio, basti pensare che per un appartamento del valore di 200mila euro, allo sportello Intesa Sanpaolo è possibile richiedere un mutuo al 100%.

La rata mensile, con un tasso fisso al 6,2% per un mutuo trentennale, sarebbe di 1.225 euro al mese. Considerato che la rata non può essere superiore a un terzo del reddito mensile, il soggetto che intende comprare dovrebbe guadagnare almeno 3.600 euro al mese, il che non è proprio condizione comunissima per gli attuali trentenni. L'alternativa è abbassare la soglia del finanziamento, scendendo all'80%. Ciò significa avere, già al momento della richiesta del prestito, una disponibilità di 40mila euro a cui aggiungere i 160mila prestati dalla banca.

Così la rata, sempre a mutuo trentennale, scenderebbe a circa 930 euro con un tasso fisso al 5,7%. Nel mondo delle banche intervistate, c’è anche chi, come Unicredit, propone un prodotto per lavoratori (dipendenti o autonomi) con contratti a termine o a progetto.

In questi casi il finanziamento può arrivare al 70% del valore dell'immobile (l'80% se si ha una continuità lavorativa di 60 mesi), fino a un massimo di 200mila euro. Con un mutuo a trent'anni i primi venti sono a tasso fisso e gli altri dieci variabili, per cui ipotizzando un mutuo di 150mila euro a vent'anni, tasso fisso a 6,40%, la rata mensile sarà quasi 1.200 euro (polizza assicurativa inclusa).

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il