BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Lavoro per i giovani sempre più difficile da trovare: disoccupazione under 24 cresce fortemente

Giovani sempre meno occupati. Situazione allarmante in Italia



Il peggio della crisi economica sembra passato ma gli effetti negativi continueranno a sentirsi ancora per un bel po’ e il settore in cui maggiormente si avverte è, certamente, quello del mercato occupazionale, che colpisce soprattutto i giovani. Lo scenario, secondo gli ultimi dati Eurostat e Ocse, è allarmante.

I dati sottolineano che nel primo trimestre 2009 il numero di disoccupati Ue al di sotto dei 24 anni ha raggiunto i cinque milioni. In termini percentuali, la disoccupazione giovanile arrivata a toccare il 18,3% di contro all’8,3% sta crescendo molto velocemente.

Secondo il rapporto Ocse sull’occupazione 2009, la crisi sta ricreando quel solco generazionale nell’accesso al mondo del lavoro che le economie europee avevano iniziato a colmare a partire dal 2005. E in Italia la situazione è ancor peggiore. La disoccupazione fra gli under 24 ha superato il 25% negli ultimi mesi: 5 punti in più dell’anno scorso, ciò significa, tradotto in cifre, mezzo milione di ragazze e ragazzi. Nella classifica europea siamo superati solo da Spagna e Lettonia.

La principale causa del fenomeno è da rintracciare nelle modalità di accesso al lavoro che in Italia avviene principalmente tramite contratti a-tipici, i primi ad essere colpiti dalla crisi. E a questo si aggiunge anche la percentuale, cresciuta, di giovani che decidono di non continuare gli studi universitari, per cui cresce il numero degli under 24 che non fa nulla, che in Italia si attesta intorno al 22% nel gruppo di età 20-24, un livello superato solo da Romania e Bulgaria.

La situazione attuale, dunque, si prospetta preoccupante se si pensa che saranno proprio queste generazioni a guidare il futuro del Paese, che però, in queste circostanze, non offre prospettive positive di sviluppo e benessere.

Disoccupati 2016: assegno, indennità, agevolazioni. Debutta il nuovo assegno di disoccupazione nel 2016, vediamo quali sono le caratteristiche, a chi è rivolto e come funziona

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il