BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Facebook e pubblicità: ricavi meglio del previsto e 100 milioni di utenti in più

Facebook: la crescita di un fenomeno inarrestabile



E’ il fenomeno Internet del momento, il social network che ha sbaragliato ogni altro concorrente e che continua a spopolare. E’ Facebook, nato da un’idea del giovane americano Mark Zuckerberg, e che presto è diventato famosissimo in tutto il mondo, raggiungendo risultati per niente sperati.

La crescita di utenti che ogni giorno decidono di creare un profilo su Facebook è vertiginosa. 250 milioni di iscritti erano quelli contati due mesi fa, quando i 200 milioni di profili erano stati superati neanche tre mesi prima. Un'ascesa inarrestabile che fa del social network creato da Zuckerberg cinque anni fa il più utilizzato del pianeta e che ad oggi è utilizzato da 300 milioni di persone nel mondo.

Superate le aspettative di utenti così come quelle riguardo ai guadagni. All'inizio di quest'anno le previsione sui guadagni di Facebook erano preoccupanti, si annunciava un calo nelle entrate a causa della recessione economica. E, invece, Facebook conquista soldi grazie agli sponsor e la sua continua crescita non fa che attrarre investitori sicuri, tanto che, secondo il Wall Street Journal, Facebook chiuderà il 2009 con guadagni di circa 500 milioni di dollari, una crescita del 70% rispetto al 2008.

Nonostante i grandi risultati, Facebook non arresta la sua crescita e continua a rinnovarsi. Oltre, infatti, alle applicazioni ormai a tutti note, la novità si chiama Facebook Prototypes, un area del sito dedicata alla valutazione delle nuove applicazioni. Si tratta di una sorta di sala prove virtuale dove scegliere cosa usare e quando farlo. Questa novità lancia un giro virtuale in cui vedere in anteprima e personalmente la validità di nuovi software integrati destinati al tag delle foto o alla gestione della posta, ai commenti degli amici o al livello di privacy da utilizzare.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il