Auto e veicoli aziendali a prezzi sempre più bassi con sconti e incentivi: il caso del Fiat Fiorino

Ecoincentivi statali che abbassano sempre più i prezzi delle nuove vetture.



3.990 euro: è la cifra record di vendita del nuovo Fiat Fiorino a metano, il combustibile più pulito attualmente disponibile. Dotato di doppia alimentazione (metano-benzina), disponibile in due varianti (furgone e Combi) e in due allestimenti (base ed SX), con motore 1.400 Fire da 70 Cv Euro5, il prezzo del nuovo veicolo commerciale sarebbe il risultato delle somme dei nuovi ecoincentivi.

Il prezzo, infatti, è frutto della somma di sconti, incentivi alla rottamazione e bonus metano. Il prezzo di listino originario sarebbe, infatti, di 12.950 euro (iva esclusa come per tutti i veicoli commerciali), considerando gli incentivi statali (4.000 euro per l'acquisto del veicolo a metano) cui, in caso di rottamazione, si sommano altri 2.500 euro di bonus, più l’ulteriore sconto Fiat si arriva alla cifra record di meno di 4000 euro.

I prossimi interventi di incentivi statali dovrebbero essere rivolti anche alle auto aziendali. Si sta assistendo, infatti, ad un boom degli ordini di auto fatti dai privati con un incremento esponenziale di auto ecologiche grazie agli incentivi governativi (+338% per il gpl, + 125% a metano), ma il programma di incentivi lascia scoperta una fascia considerevole del mercato, rappresentato dalle auto aziendali, dei professionisti, dai noleggi e leasing e, più in generale, da tutti i segmenti medio e medio-alti, che rappresentano praticamente il 50% delle potenziali immatricolazioni.

Per questo è urgente che il governo applichi misure idonee a portare la fiscalità sulle auto aziendali in linea con la media europea, permettendo ammortamenti più brevi e soprattutto con quote ammortizzabili nettamente più alte.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il
Puoi Approfondire