Prestiti per pensionati: nuova offerta con Quinto BancoPosta delle poste. Le condizioni

Quinto BancoPosta: nuova formula di finanziamento per i pensionati. Come ottenerlo



Poste Italiane lancia Quinto BancoPosta, una nuova formula di finanziamento pensata per i pensionati dell’Inpdap e dell’Inps che puntano ad un prestito con rate mensili di rimborso che si adeguino alle proprie possibilità economiche.

Il prestito Quinto BancoPosta, disponibile presso 1.400 uffici postali in Italia, viene concesso ai pensionati senza ulteriori costi di istruttoria, spese per l’incasso mensile della rata e costi legati all’invio annuale delle comunicazioni così come prevede la Legge.

Quinto BancoPosta può avere una durata di minimo 36 e massime 120 rate mensili senza la necessità che il pensionato Inpdap e Inps debba aprire un conto corrente bancario o postale. L’erogazione del prestito può avvenire a mezzo accredito su conto corrente postale, assegno o bonifico bancario, mentre l’importo ottenibile è in funzione sia della durata del prestito e dell’ammontare della pensione che il pensionato mensilmente percepisce.

Per acquisire la certificazione per ottenere il prestito, a fronte della cessione di fino ad un quinto della pensione erogata dall’Ente previdenziale, basta semplicemente recarsi presso gli uffici postali abilitati e ritirarla.

Quinto BancoPosta si basa sulla trattenuta della rata mensile direttamente sulla pensione e prevede una copertura assicurativa sulla vita obbligatoria per legge garantita dal Fondo Rischi Inpdap. La rata arriva massimo a quinto della pensione percepita e il finanziamento può essere rimborsato da 36 a 120 rate mensili.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il