Piano per il Sud Italia di Tremonti: rilancio con Banca del Sud, burocrazia zero e ricerca

Zone a burocrazia zero, Banca del Sud e Consiglio Nazionale delle Ricerche. Il Piano per il Sud di Tremonti



Zone a burocrazia zero, Consiglio Nazionale delle Ricerche e Banca del Sud: sarebbero questi i tre pilastri per il Piano di rilancio del Sud, secondo quanto spiegato dal ministro per l’Economia, Giulio Tremonti, che sottolinea come sia ormai arrivato il tempo di concentrare le risorse in opere pubbliche specifiche ed evitare gli errori del passato con la dispersione degli interventi e dei progetti a pioggia.

Secondo Tremonti, “Il Mezzogiorno è l'unica grande regione europea che non ha una sua banca. Nel Sud la maggior parte delle banche fa raccolta, ma non fa impieghi. Il fattore banca credo sia fondamentale e non marginale nella strategia di sviluppo del Sud, e cioè una banca che lavori nel Sud e per il Sud.

L'idea di Banca del Sud è quella di mettere in rete le banche di credito cooperativa su base volontaria”. Entrando più nel dettaglio, quando Tremonti parla di zone a burocrazia zero, si riferisce all’idea che per chi intraprende un progetto, non ci sia l'onere della burocrazia, dei suoi tempi, dei suoi costi. Questo, in zone del Sud, potrebbe significare favorire lo sviluppo dellacriminalità, ma il ministro sostiene, invece, che si tratti di un’iniziativa a favore della libera scelta e del libero lavoro.

La ripresa dopo la crisi, alle porta delle regioni del Sud, significa anche ricerca e innovazione: solo così si può vedere al futuro. Purtroppo nelle regioni del Mezzogiorno si concentra un netto ritardo nel campo della ricerca che, certo, non contribuisce a rendere migliore questa zona del nostro Paese.

Solo attraverso uno sviluppo dell’innovazione si potrà procedere alla creazione di poli d’eccellenza, siano essi universitari o sanitari, che possano un giorno arrivare a competere con quelli delle regioni Settentrionali. Il tutto attraverso un monitoraggio costante delle risorse che verranno impiegate affinché esse vengano adeguatamente sfruttate e non disperse.

Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il