BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Prezzi benzina Shell, Esso, Q8 e Erg confronto: tutti in rialzo e sopra la media europea

Tornano a salire i prezzi di benzina e gasolio. La polemica tra Garante dei prezzi e compagnie petrolifere



Continua il trend caro carburanti in Italia, dove si lamenta non solo un prezzo alto della benzina ma anche un forte divario tra i prezzi italiani e quelli degli altri Paesi europei, nonostante, tra l’altro, il peso della componente fiscale sui carburanti nel Belpaese sia inferiore a quello dei principali Paesi europei.

Il Garante per i prezzi, Roberto Sambuco, in polemica con le compagnie petrolifere, ha spiegato innanzitutto che il divario tra il prezzo industriale della benzina in Italia e la media europea ha registrato variazioni in aumento, dicendo che “Nel 2008 si rilevava un divario medio superiore di 0,9 millesimi di euro rispetto all’anno precedente, e un ulteriore aumento si è registrato nel 2009, con uno stacco di 2 millesimi sul divario medio 2008”.

Entrando più nel dettaglio, per fare alcuni esempi basti pensare che la Shell ha portato il prezzo della benzina a 1,284 euro/litro (+1,8 centesimi) e del gasolio a 1,119 (+2 cent). Aumento di 1 centesimo per la benzina, a 1,269 euro/litro, e di 1,2 centesimi il gasolio a 1,117 euro stabilito da Esso. Q8 ha effettuato un aumento di 1 centesimo per entrambi i carburanti, rispettivamente a 1,260 e 1,111 euro/litro, mentre Erg ha alzato di 0,6 centesimi il prezzo del solo diesel, portandolo a quota 1,115.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il