BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Una nuova crisi finanziaria possibile per Tremonti che attacca banche e finanza

“Alcune tendenze di operatori finanziari preparano la prossima crisi”. Così il ministro dell’Economia Tremonti.



“Alcune tendenze di operatori finanziari preparano la prossima crisi”. Così il ministro dell’Economia, Giulio Tremonti, punta il dito contro coloro che, approfittando di questo periodo di crisi finanziaria che sembra stia abbandonando i Paesi, stanno intraprendendo operazioni che potrebbero esporre a nuovi rischi il sistema economico.

“Siamo ancora in una fase caratterizzata da un certo grado di incertezza. Per l’Italia è giusta la prudenza, è una virtù. Più deficit vuol dire più rischi, più tassi e più tasse. Per me in realtà c’è il risparmio e il nostro obiettivo è ridurre le tasse sul risparmio impiegato nel Sud”, ha spiegato Tremonti.  Sempre rimanendo  in tema di tasse, il ministro ha detto che in Italia “la caduta di gettito percentualmente è stata inferiore rispetto a tutti gli altri Paesi europei.

Il calo delle entrate in altri Paesi è stato enormemente più forte. Pur con la complessità del nostro debito, non vorrei avere dati di finanza pubblica di altri Paesi”. Nessun problema sul versante pensioni, il ministro dell’Economi assicura che “il sistema italiano è tra i più stabili d’Europa”.

E, infine, sui cosiddetti Tremonti bond “Io sono convinto che siano utili. Non li abbiamo chiesti noi, li hanno chiesti le banche”. Nel frattempo, sono da evitare, a detta del ministro, quegli atteggiamenti finanziari non compatibili con ciò che accade ancora nell’Italia della ripresa economica.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il