BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Banca del Sud e novità progetto Tremonti: sportelli locali delle poste e un bond per investire

Il progetto della nuova Banca del Mezzogorionoe i Sud bond. Le novità



La Banca del Mezzogiorno, si dovrebbe chiamare ufficiale così il nuovo istituto del Sud che dovrebbe andare a regime entro 5 anni, si appoggerà alla presenza capillare nelle aree meridionali delle Poste, che rappresenteranno un forte alleato forte per la nuova Banca, andando ad affiancare la rete delle banche di credito cooperativo.

L’ad di Poste Italiane, Massimo Sarmi, spiega “Considerando che gli sportelli postali sono presenti ovunque, nei paesi più piccoli dove non esistono sportelli bancari, potremmo essere utili, assieme ad altri soggetti, nel far arrivare ogni tipo di servizio proprio dove sono le persone, senza costringerle a spostarsi”. Quanto alla raccolta del risparmio postale, difficilmente potrà essere convogliata verso impieghi della Banca, visto che passa attraverso la Cassa depositi e prestiti.

Il nuovo ddl prevede, inoltre, come novità le emissioni di Sud-bond. Si tratta di obbligazioni che dovrebbero garantire le risorse per finanziare iniziative imprenditoriali e infrastrutturali nel Mezzogiorno.

I bond-Sud altro non sono che speciali titoli con scadenza non inferiore a 18 mesi e fiscalmente agevolati, che saranno emessi per finanziare i progetti di investimento a medio e lungo termine delle piccole e medie imprese. Sugli interessi si pagherà un'aliquota del 5%, invece del 12,50% a patto che i sottoscrittori non li cedano prima di 12 mesi dall'acquisto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il