BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pil Italia 2009 terzo trimestre cresce dell'1%. Ma ripresa rimane incerta. Male Pmi e lavoro

Cresce il Pil italiano ma la situazione è ancora preoccupante



Cresce il Pil italiano nel terzo trimestre ma la ripresa rimane incerta: secondo il Bollettino economico della Banca d'Italia, nel terzo trimestre il Pil dovrebbe segnare un recupero di un punto percentuale rispetto al periodo precedente. Risultato positivo grazie soprattutto al netto miglioramento della produzione industriale nella media del periodo, il primo dopo la pesante contrazione subita tra il secondo trimestre del 2008 e lo stesso trimestre del 2009 (-22,1%).

Sulle previsioni per l'intero anno il Bollettino riporta i dati censiti da Consensus Economics che prevedono una flessione del prodotto italiano del 5%, che sarebbe seguita da un rialzo dello 0,5% nel 2010. Ma non tutto è oro quel che luccica: la situazione su una reale e costante ripresa economica sembra ancora incerta e l’andamento delle esportazioni e del settore occupazionale contribuiscono ad accrescere ancor di più i timori di andamenti altalenanti.

Mentre, infatti, le esportazioni italiane non hanno registrato una chiara tendenza al recupero nel corso dell'estate e ad agosto, anzi, hanno registrato un forte calo verso i paesi esterni all'Unione europea, nel secondo trimestre la perdita nel mercato occupazionale è risultata di oltre mezzo milione di occupati rispetto a un anno prima. È stata di circa 300.000 unità la flessione dei lavoratori precari, in maggioranza giovani, e nel terzo trimestre si è intensificato il ricorso alla Cassa integrazione guadagni.

Non va meglio per i profitti delle Pmi, alcune delle quali hanno chiuso battenti, altre, invece, grazie anche ai sostegni governativi e regionali stanno percorrendo la strada verso la risalita, ma lentamente. Banca Italia inoltre spiega: “Lo stato dei conti pubblici è in notevole peggioramento, risentendo soprattutto della dinamica particolarmente negativa delle entrate” e nel suo Bollettino economico segnala come nei primi nove mesi dell'anno il gettito tributario si sia ridotto del 3,2% nonostante la forte crescita di alcune imposte sostitutive straordinarie.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il