Mutui sospesi per le famiglie dal 2010: condizioni e beneficiari delle moratoria

Approvato dall'Abi il Piano Famiglie. Cosa prevede



E’ stato approvato dall'Abi, l'Associazione bancaria italiana, il Piano Famiglie, che scatterà da gennaio 2010 e riguarda la sospensione delle rate dei mutui per le famiglie in difficoltà a seguito della crisi.

La sospensione del pagamento delle rate avrà una durata di 12 mesi e, secondo stime bancarie, le famiglie interessate sarebbero 110-120mila, per un valore complessivo di 8 miliardi di mutui residui. Dopo i 12 mesi di moratoria i titolari dei mutui ricominceranno a pagare le rate ma l'importo sarà ricalcolato con modalità ancora da stabilire.

La sospensione dei mutui entra in vigore solo in casi specifici, quando, cioè, si tratti di un lavoratore dipendente a tempo indeterminato che ha perso il posto di lavoro; di un lavoratore dipendente a tempo determinato, parasubordinato o assimilato il cui contratto è terminato; di un lavoratore autonomo che ha cessato l'attività; di un nucleo familiare in cui è deceduto uno dei componenti percettore del reddito di sostegno della famiglia; di lavoratori in cassa integrazione ordinaria o straordinaria.

Unanime l'apprezzamento delle associazioni dei consumatori che tuttavia chiedono all'Abi di estendere la decisione fino a 18 mesi. Nel frattempo, a settembre i tassi di interesse applicati dalle banche sui mutui hanno toccato un nuovo minimo storico scendendo al 3,23% dal 3,24% di agosto.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro Fonte: pubblicato il