BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Dl precari scuola e insegnati: le novità e cosa cambia. Graduatoria unica e supplenze

Via libera al decreto legge sui precari nella scuola. Cosa prevede



Via libera al decreto legge sui precari nella scuola. Il testo, approvato con 263 voti a favore, 196 contrari e 33 astenuti, ora passa al Senato. Hanno votato contro il Pd e l'Idv; l'Udc si è astenuta.  Il ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, ha commentato: “Sono soddisfatta per il risultato. Si tratta di un provvedimento positivo, anche per il metodo con il quale si è arrivati all'approvazione”.

Il testo prevede novità per gli insegnanti precari: a partire dal 2011 si potrà indicare solo un'altra provincia oltre a quella prescelta, ma con l'inserimento 'a pettine’. Di fatto si avrà un'unica graduatoria nazionale.

I contratti a tempo determinato per il conferimento di supplenze potranno trasformarsi in rapporti di lavoro a tempo indeterminato, nel caso di immissione in ruolo, con il mantenimento dell'anzianità e potranno accedere ai contratti di supplenza e all'indennità di disoccupazione collegata anche i docenti inseriti nelle graduatorie a esaurimento che nell'anno scolastico 2008-2009 abbiano avuto attraverso graduatorie di istituto, e non più solo provinciali, una supplenza temporanea di almeno 180 giorni.

Prevista, inoltre, anche una mini sanatoria per i presidi siciliani, in base al quale l'annullamento degli atti delle procedure concorsuali ordinarie e riservate a posti di dirigente scolastico indette prima dell'emanazione del decreto 140/2008, non peserà sulle posizioni giuridiche acquisite dai candidati dei concorsi che,  vincitori o idonei, sono stati assunti in servizio.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il