BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Incentivi per It richiesti a Smau 2009: i risultati sarebbero eccellenti

Più investimenti nell'It per una maggiore innovazione. Le proposte allo Smau 2009



Direttamente dall’evento Smau, Assinform esorta il Governo ad attivare incentivi per il mercato It. Se il must dell’evento in svolgimento a Milano è portare innovazione e un crescente investimento nelle nuove tecnologie che possano favorire lo sviluppo di un mercato che si sta affacciando al cambiamento, non può certo sottrarsi l’iniziativa di nuovi investimenti.

Secondo i dati camerali, le imprese IT italiane sono cresciute del 13,9% in 5 anni. Le agevolazioni per l'industria IT avrebbero forte impatto occupazionale, producendo un aumento dei posti di lavoro circa 2,5 volte quello del settore Auto. Secondo il presidente Assinform, Paolo Angelucci, sarebbe necessario “investire in ICT, settore che vede l'Italia ancora in forte ritardo rispetto agli altri paesi europei, con una spesa nazionale sul Pil nel 2008 del 2%, contro una media europea salita al 2,9%”.

A confermare l’importanza degli investimenti nell’It, gli ultimi dati elaborati dalla Camera di Commercio di Milano, secondo cui oltre 85 mila imprese IT italiane sono cresciute negli ultimi cinque anni del 13,9%, ossia +4,9% annuo in un anno. Dal punto di vista del territorio è la Lombardia la più attiva, con un quinto delle imprese informatiche. Queste, inoltre, sostengono il 63% dell'interscambio di componenti e schede elettroniche, computer, unità periferiche, prodotti di elettronica di consumo audio e video.

Gli investimenti nell’It porterebbero all’innovazione, ormai ‘una stretta necessità’ secondo Umberto Bertelè, presidente della School of Management del Politecnico, che spiega: “Bisogna innovare non solo per vincere ma per sopravvivere. E occorre farlo partendo dalla valorizzazione delle specificità del mercato italiano, puntando al valore aggiunto di una via tutta italiana all'innovazione piuttosto che, come sottolinea Rangone, scimmiottare i paesi esteri avanzati dimenticando le nostre diversità”. Innovazione e competitività.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il