BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Stipendi in Italia 2009: statistiche retribuzioni in aumento grazie al variabile

Tornano a salire gli stipendi degli italiani nel 2009. I dati



Tornano a salire gli stipendi degli italiani nel 2009: secondo i dati riportati dal decimo Rapporto sull'andamento delle retribuzioni di OD&M, società specializzata leader nel settore delle indagini retributive in Italia, rispetto al 2008, i lavoratori vedono aumentare il peso della busta paga con variazioni diverse a seconda della popolazione aziendale.

Si va dal 2,7% dei dirigenti e l'1% degli operai, per un valore in euro che va dai 106.256 di un dirigente (erano 103.424 euro nel 2008) ai 21.845 euro per un operaio, che portava a casa invece 21.626 euro l'anno passato. I dati sono forniti aggregati in funzione di fattori quali settore, categoria di inquadramento, dimensioni aziendali, aree territoriali.

Sempre secondo l’indagine condotta, l'incremento rilevato nel 2009 è stato del 9,2% per i dirigenti, mentre era con il segno meno nel 2008-2007: - 0,8%; per i quadri si raggiunge un + 7,1% (dal -1,1% nel 2008-2007). Buona la ripresa per gli impiegati, che hanno goduto nei primi otto mesi dell'anno in corso di una variazione pari al + 6,5%, mentre il dato precedente era stato -12,2%.

L'aumento più rilevante, infine, risulta destinato ai manager: si parla di 11.386 euro, contro i10.426 del 2008. a fare la differenza negli stipendi è la componente variabile, legata alla lenta ripresa economica che ha portato nuovi stimoli d’acquisto. Lo scenario cambia se si fa riferimento al mondo rosa: le donne manager in Italia faticano a conquistare terreno nel privato, negli ultimi anni il loro numero è aumentato, ma sono ancora solo il 10%, 13 mila su un totale di 125 mila dirigenti e per il loro lavoro vengono anche pagate in media il 7% in meno rispetto ai colleghi maschi.

Così mentre nel settore pubblico i piani alti hanno spalancato le porte alle amministratrici, che hanno colmato lo svantaggio nei confronti degli uomini; nel privato le manager lavorano a fatica. Le difficoltà maggiori sono nell'industria, specialmente nelle piccole e medie imprese

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il