BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Studio di avvocati italiani tra i 50 più innovativi al mondo grazie Internet e tecnologie.

Innovazioe tacnologica e trasparenza: gli elementi vincenti degli studi italiani



“Media, internet, pubblicità, giochi ondine, tv. Abbiamo mirato a un settore nuovo, in grande crescita e sul quale ci aggiorniamo incessantemente, quello delle tecnologie e di Internet”. E’ così che Manuela Cavallo, avvocato pugliese 32enne, spiega come mai gli studi italiani si siano inseriti a buon titolo tra i 50 più innovati del mondo.

Lo studio  Portolano-Colella-Cavallo ha una sede a Roma e una a Milano, una clientela per il 60-70% non italiana, una buona governance interna, attenzione al cliente, e, nonostante i periodi di crisi lamentati, registra buoni affari in questo periodo. Merito della nuova gestione del lavoro: “Ci diamo obiettivi minimali, come i tempi di risposta al cliente e ogni garanzia di riservatezza. E poi li rispettiamo veramente”.

La trasparenza delle carriere interne è l'altro punto fondamentale su cui puntare lo sviluppo dello studio: “La selezione è molto severa, su dieci domande che ci arrivano, nove le scartiamo, parte dei test si svolge in inglese che è la nostra seconda lingua di studio. Però, chi viene a lavorare con noi sa fin dall'inizio che in 9 anni potrà diventare socio dello studio”.

Questa filosofia, che si sta rivelando vincente, porta i ricavi dello studio a crescere del 30-40% all'anno. Il tutto, ovviamente combinato con la consueta e continua attività di studio, la pubblicazione di articoli su newsletter e riviste specializzate, per approfondire i temi trattati e far sapere al mondo quanta strada di conoscenza abbia percorso lo studio, potendo far così valutare la crescita e lo sviluppo conseguiti in ambito delle competenze.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il