BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Office 2010 beta: download disponibile. Confronto con Google Apps

Pronta la versione beta di Office 2010. Le novità



Pronta la versione beta di Office 2010 di Microsoft, nuova release della suite per ufficio più popolare al mondo già disponibile. La nuova versione Office 2010 sarà in commercio in cinque edizioni entro la metà dell'anno prossimo.

Per quanto riguarda le novità, si va dalla possibilità di gestire sessioni di broadcast ed editing di video e immagini in PowerPoint alle avanzate capacità di visualizzazione dei dati in Excel e di co-authoring in Word e OneNote fino ai rinnovati strumenti per la gestione delle e-mail e del calendario di Outlook e alle applicazioni pensate per il Web, che consentiranno di accedere ai documenti attraverso Windows Live o Microsoft Online Services da qualunque luogo e da qualsiasi dispositivo.

Con la nuova suite ci sarà anche il rilascio di vari software correlati (come SharePoint Server, Visio e Project), sia per le aziende che per gli utenti finali. Per i professionisti IT, il pacchetto da scaricare e provare è Microsoft Office Professional Plus 2010 Beta. Gli applicativi della suite, cioè Word, Excel, Power Point e OneNote, saranno gratuiti per i clienti consumer all'interno dei servizi Windows Live e a pagamento per i clienti business attraverso la piattaforma Online Services.

Anche Office 2010 in versione on line sarà gratuita per i grandi clienti che hanno attivi contratti di volume licensing. Nel frattempo, iniziano iniziati i confronti con la suite concorrente Google Apps, prodotti certamente diversi che vedono, secondo Fabrizio Albergati, neo responsabile del Gruppo Information Worker (in poche parole, della piattaforma Office) in Italia, Office più maturo per benefici operativi e funzionali maggiori e che permette, inoltre, integrazione con i programmi di comunicazione e collaborazione, funzionalità di workflow e di gestione dei documenti, fino ad arrivare alla sicurezza degli applicativi e alla possibilità di interagire con i social network attraverso Windows Live

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il